Homepage

ELITE TEAM / LUCA DOTTO

LUCA DOTTO

Luca Dotto (18 Aprile 1990) è un nuotatore italiano di stile libero ed è uno tra i più forti velocisti del mondo nei 50m nei e 100m.

Il debutto di Luca sulla scena internazionale come componente della squadra Juniores italiana risale al 2006 al Comen Cup (oggi Coppa Mediterranea Nuoto) di Rio Maior, in Portogallo, dove conquistò la medaglia d’argento nei 50m stile libero e vinse un oro nella staffetta 4x100m stile libero. Sempre nella categoria Juniores, nel 2007 ottenne la medaglia di bronzo nei 50m stile libero agli Europei Juniores di Antwerp e un anno dopo durante gli stessi campionati a Belgrado vinse l’oro nei 50m stile libero e l’argento nella staffetta 4x100m stile libero. Nel 2008 Luca ritornò a casa con un ottimo bottino dai Campionati Juniores Mondiali di Monterrey, vincendo l’oro nei 100m stile libero e nella staffetta 4x100 stile libero, ottenendo anche tre argenti nei 50m.

Dotto ha iniziato il 2009 in maniera eccezionale, battendo il record nei 100m stile libero di Giorgio Lamberti che fermò il cronometro sui 49.22 nei Campionati Nazionali Primaverili, per essere poi battuto solo nella successiva batteria della staffetta maschile da Marco Orsi con 49.13. Luca, comunque, è ritornato alla vittoria nelle finali. Dopo il 2009 agli Europei in vasca corta di Dicembre, Dotto ha fatto il suo debutto nella categoria seniores come membro della staffetta 4x50m stile libero, che si piazzò al terzo posto.

Nel 2010 Dotto si è trasferito a Roma per allenarsi con il compagno velocista Filippo Magnini nel Gruppo Sportivo Forestale. In seguito ha debuttato agli Europei in vasca lunga, gareggiando alle finali sia dei 50m che dei 100m stile libero. Nelle batterie dei 100m e nelle relative semi-finali, Luca è stato il secondo italiano a nuotare sotto i 49s con un costume in tessuto e nelle finali dei 50m stile libero ha segnato nella storia del nuoto italiano il secondo tempo più veloce (22.14) sempre con un costume in tessuto. Tre mesi dopo, agli Europei in vasca corta di Eindhoven, ha vinto il suo primo oro internazionale nella categoria seniores (staffetta 4x50m stile libero) e ha ottenuto un bronzo nei 100m stile libero. Tre settimane più tardi ai Campionati Mondiali in vasca corta di Dubai, ha gareggiato alle finali stile libero dei 50m e 100m, nuotando sotto ai 47s sia nella semifinale che nella finale dei 100m. Nella staffetta 4x100m stile libero lui e la sua squadra sono riusciti ad abbattere il record italiano sia nelle batterie che nella finale. Di ritorno da Dubai, tre giorni dopo, a Riccione Luca si è aggiudicato il suo primo titolo italiano, vincendo sia nei 50m che nei 100m stile libero.

Come il 2009, Dotto ha iniziato il 2011 in maniera eccellente, vincendo i titoli nazionali nei 50m e nei 100m stile libero decretandosi il nuotatore più veloce di tutti i tempi con costume in tessuto. Ma la vera comparsa sul palcoscenico internazionale è avvenuta ai Mondiali in vasca lunga di Shanghai, durante i quali Luca ha ottenuto l’argento nei 50m stile libero. Ha anche gareggiato alle finali dei 100m stile libero e ha preso parte alla staffetta 4x100m stile libero, piazzandosi con la sua squadra al quarto posto. Luca ha concluso l’anno con un oro nella staffetta 4x50m stile libero e un argento nei 100m stile libero agli Europei in vasca corta di Stettino.

Il 2012 promette molto bene dopo l’argento a Shanghai, ma un infortunio alla schiena ostacola seriamente il suo programma di allenamento per le Olimpiadi di Londra durante le quali, purtroppo, non riesce a partecipare alla finale dei 50m stile libero e alla semi-finale dei 100m libero e conclude la staffetta 4x100m stile libero solo al settimo posto. Tuttavia, i segnali di un ritorno sono stati evidenti agli Europei in vasca corta di Chartres (dove ha nuotato una formidabile finale nei 100m stile libero) ed ai Mondiali in vasca corta di Istanbul, dove con la squadra della staffetta 4x100m libero ha conquistato un argento.

Biografia

Quando Luca è diventato un velocista di stile libero, non aveva la struttura fisica tipica di quella disciplina. Come tanti velocisti, era piuttosto alto ma, con i suoi 80kg, la sua corporatura sottile non gli dava modo di imporre la sua presenza in acqua come invece facevano i suoi avversari. Luca basa i suoi successi su attributi che trascendono la fisicità come la passione, la gioia e il sacrificio.

Ciò non vuol dire che i suoi rivali non abbiano la stessa dedizione ma Luca ha dovuto lavorare più sodo su se stesso, essendo consapevole delle sue inferiori capacità fisiche. E mentre la maggior parte dei nuotatori citano il successo come la miglior ricompensa per i loro sacrifici, Luca è probabilmente l’unico italiano che citerebbe la “gioia” come valore personale quando si pone la sfida di nuotare 12km di nuoto. Dall’altro lato è conosciuto come il nuotatore che parlando degli allenamenti li definisce “noiosi da morire”.

Il suo temperamento latino sembra aver caratterizzato il suo approccio alle Olimpiadi di Shanghai, a volte descritto come “spensierato”. Comunque sia, che si riferisca alla sua mentalità o al suo stile in acqua, la prodezza di un nuotatore è misurata da una cosa sola: i risultati. Luca ha ottenuto otto titoli italiani in vasca lunga, due titoli Europei in vasca corta, due titoli Mondiali Juniores ed un argento ai Campionati Mondiali 2011. Nell’aprile 2013 ha compiuto solo 23 anni e quindi, con la giovinezza dalla sua parte, questi successi sono destinati a crescere in futuro portando a dei risultati ancora più ambiziosi; uno lo ha già ottenuto nel 2011 vincendo il Premio Gattamelata (istituito per promuovere la cultura e la pratica del volontariato e della solidarietà).

Sfortunatamente, il 2012 ha dimostrato di essere tutt'altro che spensierato. Un infortunio alla schiena ha ostacolato la sua preparazione olimpica e, in ultima analisi, la sua performance. Comunque alla fine dell’anno la sua forma ha iniziato a tornare, promettendo un buon 2013 e oltre.

Come molti atleti, Luca attribuisce al sostegno e all'entusiasmo dei suoi genitori il suo successo, incoraggiato e ispirato come era dalla loro stessa passione per lo sport. Mentre le sue prime incursioni sul campo di calcio potrebbero aver rivelato più gusto che fascino, è stata una storia diversa sul campo da basket e la sua abilità come difensore potrebbe averlo catturato ulteriormente se non avesse rinunciato a tutti gli altri sport per concentrarsi sul nuoto. Ha inoltre un’altra passione, quella per le immersioni subacquee, disciplina in cui ha raggiunto il livello di quasi-istruttore.

La prima esperienza di Luca con l'acqua, a sei anni, è stata tutt'altro che di buon auspicio e in un certo senso è stata una fortuna che l'incidente non lo abbia messo fuori l'acqua per tutta la vita. La prima volta che sua madre lo portò in piscina il responsabile, per vedere come si sarebbe arrangiato, lo gettò in acqua. Sotto gli occhi terrorizzati di sua madre, ne uscì abbastanza tranquillamente, raggiungendo il bordo della piscina da solo. Ha percorso una lunga strada da allora e adesso ama l'acqua così tanto che si è fatto tatuare il simbolo giapponese dell'acqua.

Vivere da solo a Roma dal 2010, senza il sostegno dei suoi genitori, lo ha aiutato a crescere più velocemente di altri italiani della sua età, ma lui resta ancora un tipico giovane ventenne, che trascorre il suo tempo libero vedendo film di azione-avventura, leggendo libri, caricando sul suo Ipod musica pop, R & B e rap e mangiando pasta fatta in casa e carne per cena.

Tuttavia, quando si scorre la lista delle cose vorrebbe fare, Luca è tutt'altro che tipico, rivelando un desiderio di conoscere e di sperimentare molti aspetti della vita: imparare a suonare uno strumento, cucinare come uno chef, parlare giapponese, completare il corso di istruttore di immersione subacquea e terminare gli studi di Economia e Management. Più significativo, tuttavia, è l'elemento finale di questa lista, che dimostra la volontà di un futuro campione: vincere tutto quello che si può.

Name / Lastname: Luca Dotto

Country: Italy
Place/date of Birth: Camposampiero, April 18, 1990

Age: 22
Heigh: 192cm
Weight: 80kg
Team / Club: Larus
Discipline: Freestyle and Relay
Coach: Claudio Rossetto
Place of training: Rome

TOP ACHIEVEMENTS - INTERNATIONAL MEDALS

2012
World championships (SC) – Istanbul
Silver 3x100m freestyle

World Championships – Shanghai
Silver 50 m freestyle

2011
European Championships (SC) – Sczczecin
Gold 4x50m freestyle
Silver 50m freestyle

2010
European Championships (SC) - Eindhoven
Gold 4x50m freestyle
Bronze 100m freestyle

2009
European Championships (SC) – Istanbul
Bronze 4x50m freestyle