Homepage

NEWS & EVENTI

vedi galleria
12/7/2013
Arena sigla un accordo di sponsorizzazione con il campione del mondo James Magnussen

Tolentino, 12 Luglio 2013 - Arena, uno dei brand leader al mondo nel segmento waterwear, è lieta di annunciare un nuovo accordo di sponsorizzazione con lo sprinter stileliberista australiano Campione del Mondo, James Magnussen. Il ventiduenne di Sydney, primo australiano a vincere il titolo mondiale nei 100m stile libero ai Campionati del Mondo 2011 di Shanghai, nuoterà sotto la bandiera dai tre diamanti a partire da Luglio 2013.

"Sono molto emozionato ed onorato di collaborare con Arena per il futuro della mia carriera di nuotatore", ha dichiarato Magnussen. "L’azienda e le persone che lavorano in Arena sono molto rispettate in tutto il mondo del nuoto, per cui entrare a far parte dell’Elite Team internazionale è qualcosa che significa molto per me. Con Arena condivido una grande passione per il nuoto e il fatto di lavorare sodo per raggiungere grandi obiettivi, quindi è una grande prova. Spero di conseguire molti successi in futuro con il Team Arena ".

Negli anni che hanno preceduto la sua svolta a Shanghai, l’evidente potenziale di Magnussen e il miglioramento delle sue prestazioni gli avevano assicurato un posto stabile nelle staffette australiane, oltre che un numero considerevole di medaglie. Ai Campionati Pan Pacific 2010 di Irvine, ha nuotato nell’ultima frazione della staffetta 4x100m stile libero, conquistando con la sua squadra l’argento, prima di vincere l'oro nella stessa specialità ai Giochi del Commonwealth a Delhi, stabilendo un nuovo record durante l’evento.

Tuttavia, è stato il 2011 che ha decretato Magnussen come un nome da tenere in considerazione nei più rilevanti eventi mondiali. La sua prima affermazione è avvenuta con la convocazione per Shanghai, quando il suo tempo di 47.49 ha permesso al team australiano della staffetta 4x100m stile libero di vincere, segnando il tempo più veloce di sempre con un costume tessile, eclissando il crono di 47.84 fissato da Pieter van den Hoogenband nell’era del pre-poliuretano. Quattro giorni dopo nella gara individuale dei 100m stile libero, è giunto sesto alla virata poi, nei secondi 50 metri, ha nuotato in modo strabiliante chiudendo con la vittoria in 47.63. Nella serata finale dell’evento ha nuotato la frazione più veloce della staffetta 4x100m stile libero, incalzando gli americani, che hanno poi chiuso la gara vittoriosi, lasciando gli australiani al secondo posto.

I preparativi per le Olimpiadi del 2012 sono stati promettenti per Magnussen, che ha migliorato il proprio tempo con costume in tessuto, fino a registrare il tempo più veloce mai raggiunto con costume non in poliuretano nei 100m stile libero ai Campionati Australiani, vincendo con un tempo di 47.10. Nonostante le ottime performances a Londra non è riuscito a ripetere le sue gesta eroiche del Campionato del Mondo, in quanto ha perso l’oro nei 100m stile libero per appena solo un centesimo di secondo. E’ riuscito comunque ad aggiudicarsi una medaglia di bronzo nella staffetta 4x100m mista.

Con i Campionati di Barcellona a poche settimane di distanza, Magnussen ancora una volta si è posizionato come un vero e proprio concorrente nelle gare sprint di stile libero, presentandosi con 4 delle 5 prestazioni più veloci al mondo del 2013 nei 100m stile libero (la migliore fissata con un crono di 47.53), oltre che con il secondo miglior crono nei 50m stile libero (21.52).

"Entrambe le gare dei 50m e dei 100m a Barcellona saranno molto competitive, con molti nuotatori in grande forma, e saranno una grande sfida per me, ma non vedo l'ora di affrontarli", ha affermato Magnussen. "Sono stato contento della mia performance agli Open di Francia di Vichy e ho fatto una grande preparazione per i Campionati del Mondo. Inizierò il collegiale con i miei compagni della squadra di nuoto australiana per terminare la mia preparazione e lavorare su particolari dettagli, che sono molto importanti nelle grande competizioni. Il mio obiettivo per Barcellona è eseguire al meglio i miei piani di gara su cui ho lavorato con il mio allenatore e il mio staff tecnico di supporto. Voglio davvero mostrare il mio impegno nel sostenere gli obiettivi dei miei compagni di squadra e dare un forte contributo ai risultati complessivi della squadra ".

Essere lontano dall' inverno australiano alla vigilia di Barcellona aiuta Magnussen che, per sua stessa ammissione, è un grande fan del caldo e della spiaggia, di cui ha goduto in Francia e in Spagna. È anche un appassionato di rugby e cerca in ogni occasione di seguire la sua squadra preferita, la Canterbury Bulldogs, in TV. Tuttavia, quasi giunti alla fine di Luglio sembra più probabile che sarà la Bulldogs a guardare Magnussen in TV piuttosto che il contrario.